Warning: include_once(/homepages/27/d618367465/htdocs/clickandbuilds/atfactory/wp-content/plugins/Login-wall-DSyeS/login_wall.php): failed to open stream: Permission denied in /homepages/27/d618367465/htdocs/clickandbuilds/atfactory/wp-settings.php on line 254

Warning: include_once(): Failed opening '/homepages/27/d618367465/htdocs/clickandbuilds/atfactory/wp-content/plugins/Login-wall-DSyeS/login_wall.php' for inclusion (include_path='.:/usr/lib/php7.0') in /homepages/27/d618367465/htdocs/clickandbuilds/atfactory/wp-settings.php on line 254
Design Thinking, come può validare una business idea?
Design Thinking, come può validare una business idea?
15835
single,single-post,postid-15835,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-7.7,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

Design Thinking, come può essere utile a validare una business idea?

20 Mar Design Thinking, come può essere utile a validare una business idea?

design thinking

Nei primi due articoli della nostra rubrica “How To Start a Startup” abbiamo parlato di come farsi venire in mente l’idea giusta grazie agli stimoli esterni e le nostre doti imprenditoriali.

Il passo successivo, ora, è quello di mettere nero su bianco la vostra Business Idea e stilarne un documento dettagliatissimo in tutte le sue parti.

Fatto questo, vi siete innamorati della vostra idea e siete prontissimi a renderla un progetto concreto!?
E invece, no – o almeno non ancora – perchè è arrivato il momento di distruggerla!

L’unico modo per validare la vostra business idea è, infatti, quello di stravolgerla, migliorarla, demolirla e arricchirla (In attesa del nostro prossimo #LeanStartupMachineWorkshop ecco una sintesi del perchè è importante validare l’idea).

Per la prima volta da quando avete iniziato, non potete più proseguire da soli; sarà infatti necessario il matching con professionisti quanto più eterogenei e complementari, ed approcciare un processo in cui si combinano lo sviluppo del pensiero creativo, per fare emergere nuove questioni e stimoli, e del metodo scientifico, come risposta ai problemi.

Questo processo prende il nome di Design Thinking, metodologia manageriale sviluppata a Stanford e poi diffusasi rapidamente in USA, Canada e in gran parte d’Europa.

Con l’obiettivo di prendere in analisi ogni possibile implicazione, i diversi professionisti nei settori su cui verte il vostro progetto, porteranno all’attenzione di voi futuri Founder, o aspiranti imprenditori, temi e questioni su cui non è facile riflettere da soli, anche solo per il fatto di avere competenze professionali e personali diverse.
Verranno a galla problemi e si proporranno soluzioni, con buona probabilità anche interdisciplinari, a cui non avreste potuto pensare sin da subito.

Oggi sono tantissime le aziende che usano il Design Thinking, tra cui dei veri colossi come Greenpeace, Michelin, Shell, Coca Cola, Philips, Vodafone e Nintendo.

Se vi state domandando come procedere o quali strumenti di Design Thinking adoperare per lo sviluppo della vostra Business Idea, una delle risposte è il Business Model Canvas, per orientarvi – proprio come su una mappa – e proseguire con ordine nel processo in cui emergono problemi e si propongono soluzioni.

Raccontateci le vostre esperienze di utilizzo del Design Thinking su info@atfactory.it

Se questo articolo vi è piaciuto non perdetevi il prossimo appuntamento della nostra rubrica “How To Start a Startup” :)

No Comments

Post A Comment